venerdì 27 dicembre 2013

Natale alla Cooking Therapy.Buone Feste a Tutti!!!




Buone Natale,e felici giorni a tutti!

Cooking Therapy si è un pò fermato, tra preparativi, panettoni e giornate in cucina...
Si è cucinato tanto, tante ricette, tante nuove sperimantazioni che spero di condividere con voi nel nuovo anno che verrà... I progetti sono tanti e in evoluzione, la voglia di riuscire a fare tutto è forte, ma a volte capiterà di assentarmi un pochino dalle pagine del blog, ma non disperate perchè trovate tutte le nuove ricette smart anche sulla mia personale pagina facebook e le foto e le novità sulla pagina di Cooking Therapy. Intanto ecco il mio Natale, a casa della Mutter, in pochissimi ma buoni, con cose buone da mangiare... finalmente seduta e con calma ho assaporato in famiglia le coccole di un tempo...


Ostriche per iniziare

sabato 30 novembre 2013

Tournados di Tonno su Crema di Scarola e sua Tartare agli Agrumi con millefoglie di Patate e Cipolle di Tropea.


Eccoci con una ricetta dell'Enoteca...
Oggi tonno... in due versioni per un piatto unico completo.


Ingredienti per 4 Persone:

4 Tranci di Tonno (possibilmente dei nostri mari)
4 Patate di media grandezza
1 Cespo di Scarola
2 Cipolle di Tropea
8 fette di Pancetta Steccata
1 Limone Bio
Salsa di Soia qb
Olio Evo, Sale e Pepe Qb

Iniziamo dal contorno e dalla crema di Scarola.
Prendere le patate, eliminare la buccia a lavarle bene. Asciugarle e Tagliarle a fettine sottili. Tagliare a fette anche la cipolla e inserirla tra le fette di patata. Mantenedole in forma mettere tutto su una placca da forno foderata, aggiungere un filo d'olio, sale e pepe e infornare a 180° per 25 minuti.
Eliminare le foglie esterne della scarola e dividerle tutte. Tenere le più belle e chiare per il piatto finale, da abbinare alla tartare. Sbianchire in acqua bollente le foglie restanti per 5 minuti, gettarle in acqua ghiacciata e poi frullare il tutto aggiustando di sale e pepe e aggiungendo a filo abbastanza olio da renderla cremosa.

Quindi prendere i tranco di tonno e con un coppapasta farne dei tournados (medaglioni) di crca 10 cm di diametro. srotolare la pancetta e foderarne i bordi, per poi permare il tutto con uno spago da cucina.
Con i ritagli del tonno si farà la tartare: battere tutto a coltello, rendendo la polpa a tocchetti, condire con olio, sale e pepe e finire con la buccia grattugiata del limone e qualche goccia di salsa di soia e tenere da parte fino all'impiattamento.

Scaldare bene una padella antiaderente e scottare i tournados per 1 minuto circa per lato ( a seconda dello spessore dei vostri tranci il tempo aumenterà o diminuirà in proporzione)

Quindi impiattare tutti gli elementi con la vostra fantasia...





Piatto completo e succulento... ottimo per cene tra amici e per variare un pò.






Buon week-end a tutti...
Buon appetito e alla prossima ricetta!!!

mercoledì 27 novembre 2013

Gallery dell'Enoteca del primo freddo.


Appuntamento del primo freddo con i piatti dell'enoteca... tutti con i calzettoni e le maglie anche in casa davanti ai pc... quindi relax e acquolina con questi tempranti piatti!!!



Cosciotto disossato di pollo alla birra stout-cacao con purè forchetta alla salvia

Cartoccio di bonitto al tartufo bianco con quarantine ai semi di sedano

lunedì 25 novembre 2013

Biscotti al Parmigiano.


Buon inizio settimana...
Il week end è passato e oggi un pochino di tempo per scrivere di ricette... però oggi ne voglio postare una facile e veloce, utile per tutti gli usi: come aperitivo, come giunta al pane in tavola, come sfizioso accompagnamento a zuppe e minestre oppure per arricchire taglieri di salumi.
Questi biscottini sono versatili...e dato che già se ne parla, una bella idea per regalini sfiziosi di Natale Home-made... quindi assolutamente da provare!!!


Ingredienti per circa 120 biscottini:

300g di Farina 00
300g di Burro
300g di Parmigiano Reggiano
1 Uovo intero
Sale e pepe qb

Preparare gli ingredienti e unirli tutti insieme nel mixer con la lama di plastica (se avete la planetaria è uguale e se non avete niente come me giù di olio di gomito in una ciotola), fino a ottenere una palla omogenea e liscia.




domenica 17 novembre 2013

Galletti, Chiodini e Sanguinelli sott'Olio.


Buona Domenica a tutti!
Parliamo di conserve, che per l'inverno servono sempre in dispensa!!!
Visto che quest'anno ho trovato solo galletti, chiodini o sanguinelli, perchè non conservarli sott'olio?

Ingredienti per 3 Barattoli da 250g;

1,2 Kg di Funghi misti (galletti, chiodini, sanguinelli)
1 L di Aceto di Mele
1,5 L di Vino Bianco Secco
6/8 Chiodi di Garofano
6/8 Foglio di Alloro
Bacche di Pepe Verde e Bianco
3 Spicchi d'aglio
Olio Evo, sale qb

Pulire i Funghi eliminando la parte finale del gambo più coriacea e sciacquandoli velocemente dalla terra.





domenica 10 novembre 2013

Fior di crespella Kamut e Rosmarino con ripieno di Melanzane su crema di Parmigiano e pepe


Continuiamo con le ricette dei Piatti dell'Enoteca... oggi voglio proporvi una crespella vegetariana, leggera ma saporita e gustosa.


Ingredienti per 4 Persone:

4 Melanzane Mignon
2 Melanzane Viola grandi
150 g di Farina di Kamut
150 g di Prescinseua di San Stè
1 Uovo
1 Cucchiaio raso di Maizena
200g di Parmigiano Reggiano
500 ml di Latte Intero
20 g di Burro
1 Rametto di Rosmarino
una grattata di Noce Moscata
Acqua, Olio Evo, Sale e pepe qb

Iniziamo con la preparazione delle pastella.
In una terrina versare 2 bicchieri pieni di acqua tiepida, 1 cucchiaio di olio evo, una presa di sale. Mescolare velocemente con una frusta e versare a pioggia e poca alla volta la farina di kamut. Otterrete una pastella fluida e liscia, alla quale si aggiunge il rosmarino tritato e una macinata di pepe. Ogni farina che si compra può essere diversa, quindi a seconda della consistenza ottenuta potreste dover aggiungere farina o acqua per ottenere una consistenza simile allo yogurt. Coprire la pastella con della carta velina e far riposare in frigo per almeno 30 min.

Preparare il ripieno. Togliere la pelle alle melanzane viola con un pelapatate, ungerle leggermente, salarle e infornarle in una teglia a 180° per circa 35/40 minuti.
Sfornarle e passarle al passaverdure. Lasciar raffreddare e aggiungervi la prescinseua, un cucchiaio di parmigiano e l'uovo, mescolando tutti gli ingredienti fino a ottenere un ripieno omogeneo. Aggiustare di sale e pepe.
Mettere a riposare in frigo.

Preparare le crespelle: Ungere un padellino antiaderente adatto per le crepes e scaldarlo bene su fiamma viva. mescolare la pastella preparata e versarne un mestolo nella padella, tanto quanto sia sufficiente a ricoprirne la superficie con uno strato non troppo spesso. Lasciar cuocere a fiamma medio alta finchè non si staccherà dalle pareti, quindi girarla (anche aiutandovi con una forchetta) e finire la cottura dall'altro lato finchè non sarà asciutta. Fare allo stesso modo per le altre 3 crespelle, appoggiandole man mano che saranno pronte su un tagliere.

Ungere dei pirottini con dell'olio evo e adagiarvi le crespelle all'interno, in questo modo i bordi sporgenti formeranno una sorta di fiore. Riempire con il ripieno e infornare a 170° per 10/15 minuti.
Insieme alle crespelle infornare le melanzane mignon intere, solo leggermente unte e salate.

Intanto preparare la fonduta: Fare il roux in un casseruolino con la noce di burro e la maizena, facendo sciogliere il primo su fiamma dolce e mescoladovi poi l'amido con un frustino. Scaldare il latte e versarlo lentamente e mescolando nel pentolino del roux. Aromatizzare con la noce moscata e il pepe, aggiustare di sale e mescolare a fiamma dolce finchè non si addenserà. Quindi spegnere il fuoco e aggiungere il resto del parmigiano.

Comporre il piatto mettendo sul fondo a specchio la fonduta. Estrarre dai pirottini le crespelle ben calde e adagiarle con i "petali"  verso il basso sulla fonduta. terminare con le melanzane mignon e una spolverata di parmigiano.





sabato 9 novembre 2013

Foto d'autunno dall' Enoteca U Fundu



L'appuntamento con i piatti dell'enoteca non può mancare... Vi ricordo che sto iniziando a scrivere le ricette, quindi visitate la pagina dedicata a "U Fundu" dove piano piano metterò le mie preferite e quelle che più verranno richieste... Intanto godetev i colori autunnali e i dolci di stagione.



Capriolo al Vin Santo con Cartoccio di Verdure in Salsa di Erbette 

Timballo di Orzo al Nebbiolo e Capreggio su Trevigiana stufata alle nocciole e ragù bianco di Salsiccia 

lunedì 4 novembre 2013

Crema di Baccalà al Timo con Ceci Neri e Olio Aromatizzato.


Come promesso inizio a scrivere delle ricette dell'Enoteca... Sceglierò partendo dalle più vecchie, intervallando con quelle che mi verranno più richieste. Oggi un crema vellutata, saporita e di carattere.

Ingredienti per 4 Persone:

800g di Baccalà qualità Ragno Ammollato
2 Patate Quarantine
300 g di Ceci Neri
4 Rametti di Timo
Qualche fogliolina di Prezzemolo
1 Foglia di alloro.
Mezzo limone
Olio Evo, Sale e Pepe qb

Mettere a bagno i ceci neri 12 ore prima di cuocerli.
Per preparare la crema pelare le patate e sciacquarle bene. Metterele in una casseruola insieme al baccalà tagliato a tocchi. Ricoprire con acqua fredda e mettere sul fuoco. al bollore abbassare la fiamma e lasciar cuocere 1 ora a fuoco lentissimo (se si asciugasse troppo aggiungere un pochino di acqua)
Intanto cuocere i ceci neri in abbondante acqua salata con una foglia di alloro, per circa 20 minuti. (assaggiare sempre perchè i tempi non sono sempre gli stessi), e tenerli da parte in caldo.
Preparare l'olio al prezzemolo mettendo nel bicchiere del frullatore ad immersione le foglioline insieme a qualche goccia di succo di limone e poco sale. Iniziare a frullare aggiumgendo a filo l'olio evo finchè non ne avrete una discreta quantità. Il colore rimarrà verde vivo.
Ridurre il baccalà ad una crema aiutandovi con un minipimer a immersione, aggiungendo le foglie dei rammetti di timo e il pepe nero.

Quindi impiattare la crema con i ceci neri sopra e finire con l'olio aromatizzato.





giovedì 24 ottobre 2013

Gallery dei Piatti dell'Enoteca U Fundu.


Eccoci a una galleria dell'Enoteca... è da un pò che non ne metto quindi preparatevi perchè sono tanti oggi i piatti! L'orario è quello giusto, quindi fatevi una panoramica.
Ricordo che piano piano scriverò le ricette nella nuova pagina dedicata al U Fundu, almeno quelle più richieste...quindi non esitate a chiedere, Cooking Therapy è qui per condividere con voi i sapori e o profumi di tutto quello che vedete!




Tortino di Vialone Nano al Curry Verde con Scampi al al Vermentino
e loro Bisque

Polenta con Stufato di Canguro e Porcini

mercoledì 23 ottobre 2013

Confettura Caramellata di Fichi e Limone.


Eccoci in questa giornata buia e ventosa...
E' l'ora del tè, quindi perchè non introdurre un'altra marmellata...una delle più ghiotte di fine estate.. perchè il protagonista è il fico.


Ingredienti per 12/13 barattoli da 212 ml:

2 Kg di Fichi Biologici (frutta matura e integra)
600g di zucchero
3 Limoni Bio

Con una microplane o a coltello grattare o tagliare a striscioline la bucccia gialla dei limoni, senza l'albedo, e tenerla da parte.
Sciacquare i fichi con acqua fresca e lasciali scolare. Tagliarli a tocchi con tanto di buccia direttamente nella pentola di cottura. Aggiungere 500g dello zucchero indicato e mescolare bene insieme ad un bicchiere d'acqua e al succo dei  limoni. Accendere la fiamma e cuocere per 10 minuti dall' ebollizione .
Intanto fare il caramello con lo zucchero rimasto: aggiungerci poca acqua e in un padellino farlo dorare a fiamma media per bene, senza bruciarlo. Aggiungerlo quindi alla confettura insieme alle bucce dei limoni. Cuocere ancora 5 minuti e spegnere il fuoco.I Fichi si saranno spappolati da soli, ma se vi piacesse più liscia (vista la presenza delle bucce) passatela col passaverdure, tutta o in parte, per poi spegnerla. Invasare ancora bollente in barattoli sterilizzati per 15 min in acqua bollente e ben asciutti, chiudere ermeticamente e capovolgere. Aspettare 20 min e rimettere in posizione, conservando in dispensa per 15 giorni prima di consumare.



sabato 19 ottobre 2013

Petto d'Anatra Affumicato al Rosmarino e Miele di Lavanda con Cipolle caramellate alla Birra del Frè


Buon Sabato a tutti!!!
Oggi porto un pò di Provenza sulla tavola di Cooking Therapy...
Il petto d'anatra e il miele alla lavanda mi ricordano i colori e i profumi della Francia del Luberon, ma la birra del Frè per caramellare le cipolle le dà quel tocco di artigianale, della terra della Langhe. 


Ingredienti per 2 Persone:

2 Petti d'Anatra Femmina
2 Cipolle Rosse di Tropea
2 Rametti di Rosmarino
1 Ambrata da 33cl del Birrificio del Frè
1 Spicchio d'aglio in camicia
1 Cucchiaio di Miele alla Lavanda
Insalatina per completare il piatto
Olio Evo, Sale e Pepe qb
Laccare i Petti d'anatra col Miele alla Lavanda e salarli da entrambe i lati con il sale aromatizzato.



mercoledì 16 ottobre 2013

Dolci dall'Enoteca U Fundu...


Eccoci all'appuntamento con le ricette dell'Enoteca... oggi però vi lascerò le immagini dei dolci... perchè in una cena anche loro fanno la loro parte!!!
Quindi buon dolcino di fine pasto!!!


Semifreddo ai Fichi e Baci di Chiavari con Fonduta di cioccolato

Bavarese mandorle e nocciole con Gelèe di Pesche e Lavanda

lunedì 14 ottobre 2013

Crespelle allo Zafferano con Gamberi Gratinati su loro Bisque. Prima Classificata.


Finalmente la prima ricetta classificata dall'enoteca U Fundu...


Crespelle allo Zafferano con Gamberi Gratinati su loro Bisque

Ingredienti per 6 persone:

Per i Gamberoni Gratinati:

6 Gamberoni taglia Grande
1 Scalogno
1 mazzetto di Prezzemolo
1 Spicchio d'aglio piccolo
1 Bicchiere di pane grattato
Mezzo bicchiere di Calvados
Olio Evo, sale e pepe qb

Per le Crespelle:

6 Gamberoni
500 ml di latte
250 g di ricotta
1 Noce di Burro
1 Bustina di Zafferano in polvere
Farina 00 qb
Olio Evo, sale e pepe qb

Per la Bisque:

6 Gamberoni + Tutti i carapaci di quelli puliti
1 Bicchiere di Vino Bianco
1 Limone
1 Scalogno
2 Acciughe salate
1 cucchiaiodi Maizena


Si inizia con la preparazione dell'impasto delle crespelle.
In una terrina versare il latte, una presa di sale e lo zafferano, mescolando bene. Quindi incorporare la farina un cucchiaio alla volta, finchè non si avrà la consistenza di una pastella. (il quantitativo preciso dipende dal tipo di farina che userete). Sciogliere il burro a bagnomaria e aggiungerlo alla preparazione (va bene anche olio evo nel caso di intolleranze). Mettere a riposare in frigorifero.
Intanto pulire i gamberi eliminando la testa e il carapace, pulendo via il budello sul dorso. tenere gli scarti da parte che serviranno per la bisque. In una padella scaldare poco olio e saltare i gamberi velocemente salando e pepando. Lasciar rafreddare. Intanto in un padellino da crepes preparare le crespelle: scaldare bene la pedella e ungerle leggermente con burro o olio, versarvi il composto facendolo scivolare su tutta la superficie antiaderente facendo un film piuttosto sottile (basta inclinare la padella per uniformare la pastella). Cuocere a fuoco alto da un lato finchè non risulterà asciutto e si staccherà facilmente, quindi girare per qualche istante dall'altro lato e ripetere l'operazione fino a che non sarà finita la pastella. Non essendo matematico potrebbero venire più crespelle a seconda dello spessore che userete, ma potranno essere facilamente conservate in frigo e riutilizzate entro 3 giorni. Prendere i Gamberi e tagliarli a tocchetti piccoli e unirli alla ricotta con poco olio e una cucchiaio di parmigiano grattugiato.
Riempire quindi le crespelle con il ripieno preparato e formare dei fazzoletti, ripiegando due volte a metà il cerchio di pasta. Tenere da parte.

Preparare la bisque:  In una casseruola versare 3 cucchiai d'olio evo insieme allo scalogno tritato e le acciughe salate. Far soffriggere per 2 minuti finchè le acciughe non saranno sciolte.Aggiungere i Carapaci tutti (anche quelli dei 6 gamberoni, tenendo la carne da parte), girando energicamente, quindi bagnare con il vino e il succo del limone. Chiudere con un coperchio e far cuocere lentamente per 15 minuti, aggiungendo del brodo di pesce o vegetale ogni 5 minuti . Terminato il tempo passare il tutto con il passaverdure e se necessario anche con un colino. Aggiugere i gamberi rimasti tagliati a tocchetti e far andare per 5 minuti. Stemperare con il brodo o acqua la maizena e aggiungerla alla preparazione. Mescolare ancora per 5 minuti , aggiustare di sale e pepe e spegnere.

Pulire i gamberi da gratinare eliminando solo il budello dorsale ma mantenendo intatta la testa. In un tritatutto unire scalogno, pan grattato e prezzemolo riducendo il tutto a una poltiglia uniforme. Unire poi il Calvados e un cucchiaio di olio, aggiustando di sale e pepe. Adagiare i gamberi in una teglia da forno e cospargerli con la gratinatura . Mettere in un'altra teglia alche le crespelle con una noce di burro o poco olio. Cuocere insieme in due piani differenti per 8 minuti a 180°.

Quindi impiattare le crespelle con il gambero e la bisque ben calda finendo con una grattata di pepe nero.


lunedì 7 ottobre 2013

Confettura di Rabarbaro e Mele.


Buona sera a tutti!!!
Continuano le confetture di Cooking Therapy... davvero tante, ma voglio scrivervele tutte!!!
Intanto voglio ringraziare @saleepepemag per le righe che mi hanno regalato, è davvero una bella soddisfazione vedere il blog su un giornale che seguo con stima!
Ecco la pagina dove mi troverete...


Ma ora veniamo alle ricette, alla confettura di Rabarbaro e mele.

Ingredienti per circa 12 barattoli da 212ml:

2 Cespi di Rabarbaro
1 Kg di Mele Renette (peso della frutta già pulita)
750g di Zucchero Semolato

lunedì 30 settembre 2013

Confettura di Fichi e Fondente.


Buon Inizio Settimana a tutti!!!
Come non iniziare con una golosità che vi fa riprendere di prima mattina???
Quindi apriti palato... marmellata di fichi e fondente per un sorriso appena svegli!!!

Ingredienti per circa 12/13 barattoli da 212ml:

2 Kg di Fichi Bianchi peso della frutta priva di pelle se non sono dell'orto)
650g Zucchero Semolato
200 g di Cioccolato Fondente extra


Se i Fichi vengono comprati o non sono completamente integri meglio eliminare la buccia esterna, se invece sono del vostro albero incontaminato basta sciacquarli e eliminare il picciolo più duro.
Quindi mettere il tutto nella pentola di cottura insieme allo zucchero e a mezzo bicchiere d'acqua. Mescolare bene e accendere la fiamma. Cuocere per 15 minuti dopo il primo bollore.
Aggiungere quindi il Fondente e mescolare bene, facendo cuocere ancora 5 minuti.
Quindi preparare i barattoli precedentemente sterilizzati per 10 min in acqua bollente e ben asciutti o nel forno a 100°, e invasare ancora caldissima. Chiudere ermeticamente e capovolgere.
Aspettare 30 min e rimettere in posizione, facendo riposare al fresco per 20 giorni prima di consumare.

E la colazione del Campione è servita!!!




domenica 29 settembre 2013

Gamberi Gratinati al Calvados su Burrata e Insalata di Ribes. Seconda Classificata.


Finalmente la seconda classificata di "Caccia la Ricetta"..  Il piatto è molto gustoso e invitante...ottimo per fare un figurone con gli ospiti, ma davvero semplice nella preparazione!!!


Gamberi Gratinati al Calvados su Burrata e Insalata di Ribes

Ingredienti per 4 persone:


28 Gamberoni di pezzatura medio/grande
2 Burrate da 300g
1 Cestino di Ribes Rossi
1 Cestino di Ribes Bianchi
1 Mazzo di Rucola
1 scalogno
1/2 bicchiere di Calvados
4 cucchiai di Pan Grattato
1 mazzetto di prezzemolo
Olio Evo,sale e pepe qb


Prendere una burrata e frullarla intera nel mixer, insieme a 2 cucchiai di olio evo, sale e pepe. Dividere in 4 parti la restante burrata e lasciare da parte.
Sgranare i ribes bianchi e i rossi. Metterne la metà di entrambe nel bicchiere del frullatore a immersione e frullare aggiungendo a filo olio Evo, sale e pepe, fino ad ottenere una vinaigrette e lasciare da parte.
Pulire i gamberoni: con una forbice tagliare il carapace per la lunghezza del dorso. In questo modo sarà facile eliminarlo completamente senza togliere la testa e pulirlo dall'intestino. Sciacquare i gamberi sotto acqua fresca e asciugarli delicatamente con un panno. Disporre su una placca la carta forno e posizionarvi tutti gamberoni. Preparare l'intingolo per la gratinatura : Tritare il prezzemolo e lo scalogno e unirli in una ciotola con olio, il calvados e il pan grattato, ottenedo un intingolo spesso ma non ascoutto. saggiustare di sale e pepe. Quindi cospergere la polpa dei gamberi con la gratinature e cuocere per 8 minuti in forno a 180°.
Lavare e asciugare la rucola.

Appena i gamberoni saranno pronti impiattare mettendo due cucchiai abbondanti di crema di burrata con il pezzo intero al centro.Appoggiarvi i gamberoni come la vostra fantasia vi suggerisce, distribuire intorno la rucola e i ribes restanti condendo con la vinaigrette.

Il piatto è servito.

venerdì 20 settembre 2013

Bollino di qualità da Sale&Pepe e Ricetta della terza classificata: Insalata Tiepida di Polpo alla Paprika Affumicata.


Buon inizio Week-end!
Cooking therapy ha una novità lieta: il blog sarà citato sul prossimo numero di Sale&Pepe nella sezione dedicata ai FoodBlogger ... e non è tutto! Mi è stato assegnato sempre dalla rivista il Bollino di Qualità, e non potrei essere più felice!!!




Piccola Grande soddisfazione... e tanta voglia di fare di più!!!

Oggi finalmente inizio con le ricette vincitrici di "Caccia la Ricetta" dedicate ai piatti dell'Enoteca U Fundu... ovviamente con la Terza Classificata! 

Insalata Tiepida di Polpo alla Paprila Affumicata


Ingredienti per 4 persone:

1 Polpo da almeno 1 Kg
4 Patate Gialle
1 Cipolla di Tropea
Insalatina Mista
4 Pomodori perini
2 Cucchiaini di Paprika Affumicata
2 Foglie di Alloro
la Buccia di mezzo limone Bio
Olio Evo
Sale e Pepe

martedì 10 settembre 2013

Confettura di Frutti di Bosco e Vaniglia Bourbon


Eccoci alle nostre confetture!
Oggi una delle preferite di tutti... quella di frutti di bosco, impreziosita dall'aroma della vaniglia Bourbon!


Ingredienti per circa 12 barattoli da 212 ml:

2 Kg di frutti di bosco misti (maturi e integri)
(io ho messo More, Mirtilli, Ribes Rossi e Bianchi, Lamponi Rossi e Bianchi)

800 g di Zucchero semolato
2 Bacche di Vaniglia Bourbon
Il succo di 1 limone

Sciacquate i frutti di bosco e lasciateli asciugare. Eliminate i rametti dai ribes e versate tutti i frutti in pentola con zucchero e il succo del limone.
Mescolare bene.






sabato 7 settembre 2013

Idee di menù dall'Enoteca...

Eccoci all'ultima carrellata prima del conteggio dei "Mi piace" su Facebook . Quindi mi raccomando cliccate in tanti, perchè ovviamente gli ultimi inseriti partono svantaggiati. Ricordo per chi non avesse ancora letto che il 15 Settembre verranno conteggiati i "Mi piace" sulle foto dall'enoteca e delle prime tre verranno pubblicate le ricette. Ovviamente in caso di parimerito verrà fatto uno spareggio, sempre sul social network. Quindi fino alla mezzanotte del 14 Settembre VOTATE NUMEROSI!!!!
Ecco le ultime ricette in gara...


Insalata di Cozze e Totani con Ceci e misto di Peperoni

Farro con Crema di Prescinseua, pomodorini e Acciughe salate

lunedì 2 settembre 2013

Confettura di Prugne rosse e Rosmarino.


Buon lunedì a tutti!
Oggi un'altra confettura... tempo di produzione intensiva!!!
Ho provato a profumare le susine con il Rosmarino...e devo dire che il risultato mi ha stregata!
Basta guardare sul terrazzo a volte per fare abbinamenti insoliti... così ecco la confettura di oggi!


Ingredienti per circa 12 barattoli da 212ml:

2 Kg di Prugne Rosse Bio (peso della frutta già priva di nocciolo)
800g di Zucchero Semolato
il succo di un limone
1 Rametto di Rosmarino


Scegliete le prugne che siano mature ma integre, da agricoltura biologica o del vostro albero perchè per questa confettura si tiene anche la buccia.
Lavare e far a sciugare le prugne. Privarle del nocciolo e tagliarle a tocchetti direttamente nella pentola di cottura. Unire lo Zucchero, il succo del limone e mescolare bene.Accendere a fiamma vivace, che abbasserete appena la preparazione raggiungerà il bollore.
Mettere il rosmarino in una garza e legarlo bene.



domenica 25 agosto 2013

U fundu e i suoi piatti.


Eccoci all'appuntamento dei piatti dell' Enoteca . Ne stiamo combinando delle belle, tutte le settimane tante proposte nuove... e io non posso che esserne felice... 
Visto che le ricette sono tante ho pensato ad una iniziativa, che partirà dalla pagina di facebook : le foto dei piatti  nell'Album dell'Enoteca che riceveranno più "mi piace" entro il 15 di Settembre saranno le prime ricette che vi scriverò in rete...così almeno inizio il il lavoro con quelle che desiderate di più!
Intanto ecco le ultime!


Insalata di seppioline al lime si crema di patate vitellotte 

Tartare di Nasello al basilico con gelèe di zucchine e mirtilli

venerdì 23 agosto 2013

Confettura di Albicocche e Amaretti.


Ueeh!!! Ci sono ancora eh! E' ricominciata la produzione di marmellate in casa cooking therapy...perciò tenetevi forte che ne arriveranno delle belle!!!!
Posto poche ricette, ma sto cucinando come una matta... i piatti del Fundu spero vi diano un pò di acquolina, e con calma (molta calma) arriveranno le ricette... intanto di fretta e furia la cobfettura di oggi!
Intanto voi che siete in vacanza BRAVIIIIIIII!!!!


Ingredienti per circa 12 barattoli da 212ml:

2 kg di Albicocche bio (peso della frutta già priva di nocciolo)
800 g di zucchero semolato
150 g di Amaretti


lavare le albicocche (mature ma integre) e lasciarle asciugare. Tagliarle a metà e eliminare il nocciolo.
Tagliarle a tocchetti direttamente nella pentola di cottura, mescolarle allo zucchero e accendere a fiamma vivace. Una volta raggiunto il bollore abbassare la fiamma e cuocere per circa 15 min.
Quindi sbriciolare gli amaretti nella confettura, mescolare bene e spegnere il fuoco . Se necessario schiumare la preparazione.

Invasare la confettura ancora bollente in barattoli precedentemente sterilizzati in acqua bollente per 10 min e ben asciutti. Chiudere ermeticamente e capovolgere per 15 min. quindi rimettere in posizione e lasciar in un luogo fresco e asciutto per circa 20 giorni prima di consumare.




mercoledì 7 agosto 2013

Le idee freschissime dall'Enoteca U Fundu...


Come sempre non può mancare la serie di pietti dell'enoteca. Dove mi posso sfogare con la fantasia e dove finalmente gli sconosciuti assaggiano piatti tratti solo da ispirazioni personali. Soddisfazione e godimento di papille, ma anche tanta fiducia da parte di chi crede in me. Così eccovi le ultime leccornie che sono tante perchè come tutte le estati il tempo è poco... ma prometto che creerò una pagina con tutte le ricette... appena potrò farlo come si deve!


Cestino di trota salmonata, zucchine e arancia
con carpaccio di melone al basilico e pomodoro

Insalata di Capesante con arancia e petit-toast al curry

lunedì 29 luglio 2013

Insalata di Trippa all' Arancia , Pinoli e Pepe.


Mattinata sotto la pioggia rinfrescante...finalmente una tregua dal caldo fotonico!
Oggi una ricetta davvero velocissima e ghiotta...per chi ama le trippe!


Ingredienti per 2 persone:

350 g di Trippe miste (le vendono già scottate e tagliate)
2 Pomodori
2 Arance bio
2 Cucchiai di Pinoli
Songino qb (lo vendono in cassettine o nelle buste già lavato)
Olio evo, sale e pepe qb


Lavare il songino e i pomodori e asciugarli.
Sciacquare le trippe sotto acqua corrente fresca. Riempire una pentola di acqua fino a metà e aggiungervi le zeste delle arance. Portare a ebollizione e lasciar andare a fuoco dolce per 3 minuti. Aggiungere le Trippe e farle cuocere per 3 minuti. Scolarle e lasciarle intiepidire o raffreddare.
Intanto preparare l'insalata con il songino, i pomodori e le arance tagliate a vivo a tocchetti.
Condire con olio e sale e impiattare. Aggiungervi sopra le trippe condite con olio, sale e abbondante pepe e tutti i pinoli.



lunedì 22 luglio 2013

Fredda Vellutata di Asparagi e Zucchine allo Zenzero.


E' scoppiato il caldo torrido...ma non dobbiamo abbatterci! Chi lo dice che non si può fare una minestra rinfrescante? Io ho provato con Zucchine dell'orto e Asparagi messi via in Freezer... Il tocco dello zenzero (a chi piace ) la rende un pò piccantina ma rinfrescante. In Più la ricetta è molto semplice e veloce... quindi con tutte le varianti che desiderate è da provare senza perdere troppo tempo!
In più la cottura non prolungata delle verdure ne mantiene le proprietà nutritive e l'uso di olio a crudo rende il piatto leggero e stuzzicante.


Ingredienti per 2 Persone:

5 Zucchine Fresche
8-10 Asparagi
1 Scalogno
Un pezzetto di Radice di Zenzero
Olio Evo, sale e Pepe qb


Lavare e tagliare le Zucchine e Gli asparagi (io li avevo in freezer, quindi prima li ho fatti scongelare in frigo per una notte). Mettere sul fuoco una pentola non troppo grande con acqua fino a metà, portare a bollore e scottare per 10 minuti le verdure. Far appassire lo scalogno in un padellino con poca a cqua finchè non sarà trasparente. Unirlo alla preparazione. Spegnere il fuoco e passare tutto con il mixer ad immersione.
Pelare lo Zenzero e passarlo insieme alla vellutata, aggiustando di sale e pepe.
Lasciar raffreddare e mettere in frigo per rinfrescarla ulteriormente.
Servire fredda con un filo d'olio crudo e dei crostini croccanti.




venerdì 12 luglio 2013

Galleria dei gusti dall'Enoteca "U Fundu".


Buon Venerdì!
Oggi una galleria di piatti...sempre dall' enoteca "U Fundu"  dove mi sfogo liberamente ai fornelli!
L'estate è esplosa e quindi anche il caldo...tra questi piatti troverete gli ultimi del frescolino di giugno e i primi della calura! Dalle prossime carrellate tutti piatti freschissimi anti-inappetenza da caldo!


Gnocchi alla Romana con Ragù bianco di anatra al profumo d'arancia e verdurine saltate

Arrostino di Faraona con millefoglie di patate all'Origano e Chips di melanzane

giovedì 11 luglio 2013

Confettura di Pesche, Mandorle e Rum




Eccomi tornata!
Il periodo estivo come sempre mette a dura prova la mia regolarità nei post... a presto vi farò il reportage del mio piccolo viaggio in Provenza, colori e sapori dalla francia!
Oggi una marmellata!

Ingredienti per 10-12 barattoli da 212 ml:

2 Kg di Pesche gialle bio (peso della frutta priva di nocciolo)
200 g di Mandorle tostate
800 g di Zucchero semolato
2 bicchieri di Rum scuro

Prima di tutto sciacquare le pesche e asciugarle. Tagliarle a metà ed eliminare il nocciolo, per poi farle a tocchetti. Essendo prodotti di piantagioni contadine biologiche io tengo tutta la buccia.




lunedì 1 luglio 2013

Rougaille di Gamberi con Gazpacho di Cetrioli e Riso Pilaf .


Buon inizio settimana!
Sono già alle prese con un bel da fare, ma Cooking Therapy va in Provenza per 3 giorni, con in arrivo nuovi profumi e sapori da una terra ricca e colorata!
Quindi aspettatevi un pò di contaminazioni!
A proposito la ricetta di oggi è in pò esotica, profumata e speziata... ottima per stuzzicare i palati più pigri!


Ingredienti per 2 persone:

16/20 Gamberoni Freschi
80g di Riso Profumato Basmati
1 Cetriolo
1/2 Scalogno
5 Pomodori Perini maturi
1 Cipolla di tropea media
1 Spicchio d'aglio
1/2 cucchiaino di Curcuma
1 Cucchiaino di Zenzero in polvere
1/2 cucchiaino di Curry
1/2 cucchiaino di coriandolo in polvere
1 pezzetto di cannella
1 noce di burro
Olio Evo, vino bianco secco, sale e Peperoncino qb


Preparare il gazpacho semplicemente frullando il cetriolo (pulito e privato della parte centrale con i semi) con lo scalogno. Salare, pepare e mettere in frigo.

Pulire i gamberi eliminando la testa, il carapace e l'intestino lungo la parte centrale.
In un pentolino scaldare poco olio e aggiungere le teste facendole saltare. aggiungere 3 cubetti di ghiaccio e cuocere a fiamma alta per 3 minuti (in questo modo tutto il succo delle teste e quindi il sapore berrà fuori). Bagnare con poco vino bianco e far andare per altri 5 minuti. Spegnere e lasciar raffreddare, per poi schiacciare le teste con un passa verdure e filtrarne il sughetto da tenere da parte.
Affettare le Cipolle e ammorbidirle in padella con aglio, zenzero e olio evo, aiutandosi con poca acqua.
Quindi aggiungere i pomodori e il timo. Lasciar cuocere per 10 minuti a fuoco lento quindi salare e aggiungere curry e peperoncino. Aggiungere la bisque di gamberi preparata precedentemente e cuocere a fuoco lento per 20 minuti.

Cospargere i Gamberi con poco curcuma e sale. Dorarli quindi in una padella con poco olio.
Aggiungerli poi alla salsa, cuocendo insieme per 5 minuti.

Quindi preparare il riso: metterlo in padella con poco olio e farlo tostare per 3 minuti saltandolo spesso, quindi coprirlo con acqua bollente aggiungendo la cannella. Farlo cuocere finchè tutta l'acqua non sarà assorbita. Condire con una noce di burro mescolando bene.

Quindi impiattare il riso con il gazpacho e il sugo di gamberi con vostra fantasia.


sabato 22 giugno 2013

Crostata Gluten Free di Albicocche fresche, Mandorle e Maraschino.


Buongiorno!
Stamattina si parte con profumo di crostata,colazione tardi ma piena di frutta e gusto!
Si inizia a trovare la prima frutta dagli alberi...e bisogna approfittarne!
La frolla è gluten-free, senza rinunciare però a gusto e croccantezza, grazie anche alla farina di mandorle che le dà un'aroma unico.


Ingredienti per una torta di 28 cm di diametro:

200 g di farina di Riso fine
75 g di farina di Mandorle
50 g di fecola di Patate
100 g di Zucchero di Canna
130 g di Olio Evo
1 Presa di sale
1 Uova grandi sbattute a temperatura ambiente
Amido di mais per stenderla

Per la farcia:

20 Albicocche (le mie erano piccole,quindi il numero può variare)
3 Cucchiai di Confettura di Albicocche,Mandorle e Maraschino (o se la comprate di Albicocche)
3 Cucchiai di Madorle Tostate e tritate
4 Biscotti Gluten-free
1 Bicchierino di Maraschino
2 Cucchiai ci Zucchero di Canna

Per decorare: Zucchero a Velo



Versare tutti gli ingredienti secchi in una terrina, aggiungere l'olio Evo (possibilmente a basso livello di acidità) e lavorare gli ingredienti fino a renderli sabbiosi. Aggiungere un uovo sbattuto, poca acqua e mescolare molto bene.
Potrebbe essere necessaria altra acqua per raggiungere la giusta consistenza, perchè le farine non sono tutte uguali. Ottenere un impasto liscio e soffice.
Infarinare la spianatoia con amido di mais e stendere la frolla per poi foderare lo stampo, pareggiandola di spessore e per l'altezza.
Mettere in Forno a 180° per circa 10 minuti. Poi Spennellare il fondo con l'uovo sbattuto coprendo eventuali crepe nell'impasto e rimettere in forno per 5-6 minuti.
Togliere dal forno, far raffreddare e farcire nel seguente modo:

Stendere 2 Cucchiai di Confettura sul fondo della torta. Se li avete sbriciolate i biscotti gluten-free sopra la confettura. Tostare le Mandorle in una padella e una volta raffreddate tritarle grossolanamente e distruibuirle sui biscotti. Lavare e asciugare le Albicocche, aprirle in due parti eliminando il nocciolo interno e adagiarle sulla torta dalla parte piana, fino a ricoprirla tutta.
Stemperare la confettura rimanente con il maraschino e spennellare il dorso delle albicocche, terminando con una spolverata di zucchero di canna.

Infornare nuovamente a 160° per 15-20 minuti...e la vostra torta è servita!





martedì 18 giugno 2013

Gelatina di Rossese di Dolce Acqua e Melograno.


Buondì a tutti!

Finalmente è estate...e viene voglia di star fuori...quindi senza indugi la ricetta di oggi: la Gelatina del prezioso Rossese di Dolceacqua ... ottimo col melograno!
Adatto ad accompagnamenti con formaggi erborinati o caprini...ottimo con francesi a doppia panna o con stagionati di Fossa. Poi si sa che amo le gelatine...e quindi avanti con le nuove idee!!!


Ingredienti per circa 12-13 barattoli di Gelatina:

3 Melograni
2 Bottiglie di Rossese di Dolceacqua
700 g di Zucchero Semolato
3 Cucchiai di Pectina home-made oppure 2 buste di Fruttapec 2:1




sabato 15 giugno 2013

Frittata di Erbe selvatiche.



Sabato per Erbe... una bella passeggiata all'aria aperta sulle alture vicine per scoprire nuovi sapori genuini e salutari.
Tante delle erbe che ho raccolto fanno parte del famoso Preboggion genovese, che poi è un insieme di erbe che varia a seconda del periodo di raccolta e della varietà più abbondante in quel momento.
Le erbe spontanee infatti sono tente e il termine "preboggion" vuol solo indicare il tipo di preparazione "pre-bollire", perchè queste erbe si scottano per poi essere utilizzate in diverse preparazioni come minestre, ripieno per torte o pansoti, frittelle e tante altre ghiottonerie.
Importante è il momento della raccolta, perchè molte non sono utilizzabili allo stato adulto e devono essere raccolte quando la pianta è giovane, e normalmente quando non ha ancora lo stelo floreale (o almeno è molto tenero). Data la vasta varietà di piante il sapore finale può essere diverso : amaro, speziato, dolce.

Per questa preparazione ho utilizzato:

Cicerbita (Sonchus Oleraceus)
Grattalingua (Reichardia Picroides)
Cicoria (Cichorium Intybus)
Radicchio Selvatico (Hyoseris Radiata)
Tarassaco (Taraxacum Officinale)
Borragine (Borago Officinalis)
Papavero (Papaver Rhoeas)
Crespino (Sonchus Oleratus)
Radichella (Cirsium Vulgare)


Ingredienti per una frittata di 25 cm di diametro circa:

350g di Erbette selvatiche (peso delle erbe già sbollentate)
4 Uova
2 Cucchiai di Ricotta Fresca
4 Cucchiai di Parmigiano Reggiano
2 Rametti di Maggiorana
1 Bicchierino di Latte
Olio Evo, Sale e Pepe qb




mercoledì 12 giugno 2013

Gamberoni Gratinati al Calvados .


Ciao a tutti!
Oggi una ricetta veloce veloce e di gusto chic. I gamberi sono un pesce prezioso e non molto economico. Infatti può essere utilizzato anche come entrata in una cena di pesce o anche per grigliate miste per poter comunque assaporarne la dolcezza senza basare una cena intera su questo ingrediente. E' anche vero che in commercio si trovano ottimi prodotti abbattuti in barca e venduti congelati, che ne mantengono integri il sapore e la consistenza... a voi la scelta per togliervi una voglia o una sfizio!

Ingredienti per 2 persone:

14 Gamberoni Freschi o Abbattuti sul peschereccio.
1 Scalogno
15 Foglie di Prezzemolo
1 Bicchiere di Calvados
Succo di Mezzo limone
Sale e Pepe Nero




lunedì 10 giugno 2013

Piatti dall'Enoteca "U Fundu"


Ecco un'altra carrellata dei piatti dell' Enoteca... tutti per voi!!!


Tortelli di Magro con Pesto di Fave e Noci

Arrosticini di Castrato e Salsa allo Yogurt con Insalata e Trevigiana al Forno

Tournados di Tonno con sua Tartare su Crema di Lattuga e Millefoglie di Patate e Cipolle di Tropea Caramellate



Tartare di Vitello con Uovo Marinato e Tabulè Vegetariano

Riso Profumato e Venere con Polpettine di Azzurro al Basilico e Crema di Fave e Pomodoro

Inslata Tiepida si Polpo con Maionese al Basilico e Verdure di Stagione

Scucussun cin Ragù bianco di Sarde , Burrata e Coulis di Pomodoro al Basilico




Buona Settimana a tutti!!!!